atmosol

Tracciamento dell’eCommerce per il ROI del PPC

Per iniziare, tenete a mente questi 3 obiettivi strategici per misurare i KPI del vostro eCommerce e il successo della campagna:
  • Selezionate i vostri KPI eCommerce, quindi tracciate le metriche corrispondenti.
  • Assicuratevi di disporre di un sistema di analisi per misurare le metriche nel modo più accurato possibile.
  • Stabilite dei parametri di riferimento per il vostro elenco di KPI eCommerce per monitorare il successo.
  • Mantenete gli annunci di marketing digitale misurabili e responsabili per mostrare risultati chiari per il budget e gli sforzi della campagna. In questo modo, potrete sapere con esattezza il rendimento dei vostri investimenti di marketing e delle spese pubblicitarie.
    Tracciamento analitico
    Google Analytics è lo strumento di fiducia per il monitoraggio delle prestazioni dei siti web e del successo di conversione dell’e-commerce. Quando si implementa il tracciamento avanzato dell’eCommerce, il negozio e il codice raccolgono KPI specifici per l’eCommerce, importanti per l’ottimizzazione continua del budget. Grazie a una riga di codice, è possibile tracciare i visitatori che arrivano al vostro sito web da annunci PPC multicanale. È necessario stabilire dei parametri di riferimento per i KPI dell’e-commerce, in quanto forniscono indicazioni su ciò che funziona, su ciò che deve essere migliorato e sui tassi di crescita. Capire l’andamento degli annunci e delle vendite aiuta a calcolare con precisione il ROAS (Return on Ad Spend) e ad apportare le necessarie modifiche al marketing.

    I principali KPI del commercio elettronico

    Tasso di conversione dell’e-commerce
    Il tasso di conversione e-commerce è la percentuale di visite che hanno portato a una transazione e-commerce.

    Valore di vita del cliente (CLV)
    La quantità stimata di acquisti totali che un cliente farà con la vostra azienda nel corso della sua permanenza nel vostro marchio.

    Ritorno sull’investimento (ROI)

    Si tratta delle entrate derivanti dalla commercializzazione divise per le spese , compreso il costo della merce venduta (COGS).

    Ritorno sulla spesa pubblicitaria (ROAS)

    Si tratta delle entrate generate dalle attività di marketing divise per i costi di marketing.

    Migliorare il ROAS – Come ottenere il massimo ritorno dalla spesa pubblicitaria Il ROAS (Return on Ad Spend) è la metrica di redditività più diffusa nell’e-commerce. Sebbene sia simile alle metriche standard del ROI dell’e-commerce, fornisce misurazioni specifiche per ogni singolo canale di marketing, come ad esempio:
    • Sebbene sia simile alle metriche standard del ROI dell’e-commerce, fornisce misurazioni specifiche per ogni singolo canale di marketing, come ad esempio:
      • >Google AdWords
      • Annunci di Google Shoppings
      • Annunci su Facebook
      • Annunci su Instagram
      • Annunci su LinkedIn
      • e altro ancora…
    Il ROAS misura il guadagno per ogni dollaro speso in pubblicità. Se il ROAS è pari a 1, si va in pareggio. Se il ROAS è negativo, i vostri sforzi pubblicitari sono in perdita. Se il valore è superiore a uno, la campagna ha avuto successo e può essere ulteriormente ottimizzata con CRO e UX. Esempio: Destinate 2.000 dollari del vostro budget di marketing a una campagna PPC. Tracciando i clic generati dalla campagna e seguendoli fino al check-out, si scopre che quei clic hanno generato 10.000 dollari di vendite. $10,000 / $2,000 = $5 Ogni dollaro di spesa pubblicitaria si è tradotto in 5,00 dollari di vendite.
    Come ottenere risultati migliori (più ROAS) dal vostro budget pubblicitario Ricordate che il ROAS si determina dividendo le entrate totali derivanti dagli annunci per il costo degli stessi. Se le entrate aumentano, ma la spesa pubblicitaria rimane invariata, il ROAS crescerà. Per quanto riguarda gli annunci, l’obiettivo è spendere meno per ogni clic. Per quanto riguarda l’ottimizzazione del tasso di conversione (CRO), l’obiettivo è vendere di più. Come si possono realizzare entrambe le cose? Abbiamo alcuni suggerimenti per aiutarvi. I 4 modi principali in cui il CRO può aumentare il ROAS:
    1. Eliminare l’attrito attraverso il design psicologico
    2. Up-sell e cross-sell per aumentare il valore medio dell’ordine
    3. Diminuire l’abbandono del carrello, in modo che un maggior numero di potenziali clienti arrivi all’acquisto.
    4. Convertire i clic sugli annunci in clienti paganti con un’esperienza utente (UX) senza soluzione di continuità

    Ci affidano aziende locali, PMI e marchi aziendali per costruire campagne PPC che generano valore continuo.

    Abbiamo scoperto che il modo migliore per massimizzare il budget di marketing e la spesa pubblicitaria è quello di combinare il monitoraggio dei KPI dell’e-commerce attraverso Google Analytics con uno strumento di ottimizzazione del CRO. Ad esempio, utilizziamo il nostro software di tracciamento web proprietario per generare approfondimenti UX attraverso mappe di calore, clic e eye-tracking e registrare le sessioni degli utenti.

    Combinando la nostra analisi avanzata del tracciamento dell’eCommerce con una strategia esperta, la creatività degli annunci e l’ottimizzazione continua post-lancio, il nostro sistema è trasparente e responsabile. Grazie al monitoraggio continuo, alla misurazione e alla ricerca sugli insight umani, rendiamo le vostre campagne di eCommerce solide come una roccia.

    Per capire quanto possiamo moltiplicare il vostro investimento, vi offriamo una consulenza gratuita per individuare i vantaggi del marketing in base ai vostri margini, ai best seller, alla stagionalità, al pubblico di riferimento e altro ancora.

    Per saperne di più su come costruire un sistema di ROI trasparente per il vostro eCommerce marketing, richiedete un Ecommerce Marketing Audit gratuito con uno dei nostri esperti.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.